Gualdo Rocco
Il colore e la scrittura



Martedì 9 marzo si apre presso la Galleria Schubert, via fontana 11, 20122 Milano, la mostra personale di Gualdo Rocco intitolata Il colore e la scrittura. Gualdo Rocco nasce a Milano nel 1971, si laurea presso l’Università Degli Studi di Milano e comincia a viaggiare. Viaggi non per diletto ma alla ricerca di quella luce che oggi troviamo nelle sue opere; viaggi che lo portano a stringere amicizie nel mondo della cultura. Amicizie che lo incoraggeranno a seguire la propria vocazione. Così l’artista oggi si presenta per il proprio esordio accompagnato dal critico torinese Paolo Levi che per l’occasione ha selezionato venti opere significative ed esplicative del suo linguaggio espressivo. Con questa mostra si evidenzia la sensibilità di Gualdo Rocco verso una ricerca spaziale, senza voler seguire le orme del grande maestro Lucio Fontana, ma seguendo una propria personalissima via; una via mutuata dall’astrattismo di Jackson Pollock con il suo ben noto dripping e l’originale automatismo psichico che lo generava. Ma Gualdo Rocco, al di là di queste doverose citazioni va oltre. La sua sensibilità per la materia pittorica lo porta a sperimentare azzardate e riuscitissime elaborazioni plastiche della superficie pittorica. La bidimensionalità del dipinto è un punto di partenza per cercare oltre. La tela diventa così supporto di "altorilievi", che, giocando con la luce, producono effetti cangianti di ombreggiatura. Ma non finisce qui. Le opere, grazie ad attento studio degli effetti ottici derivati dalle alternanze cromatiche e, soprattutto, dai contrasti netti chiaroscurali, generano quella illusione della tridimensionalità che Gualdo Rocco padroneggia da gran maestro. Un esordio che, grazie alla curatela di Paolo Levi, ha costruito una mostra di grande eleganza e rigore filologico.
          










opere in esposizione





E_mail: schubert1@interfree.it

Urll: www.schubert.it

Ritorna alla Home Page


per contatti